AqaZero

Sale parto per pesci

Esistono tantissimi modelli di sala-parto per gli usi più svariati, eccone qui alcuni esempi:

Questo sopra è il più semplice e tra i primi modelli commercializzati, ma per i numerosi difetti costruttivi ormai non è quasi più commercializzato. Qui sotto altri modelli in plastica rigida con sistemi a feritoia centrale (per fare in modo che gli avannotti si raccolgano nello spazio inferiore) leggermente differente.

Questa sala parto qui sotto in particolare, utilizza una retina che ne migliora lo scambio dell’acqua con la vasca dove viene collocata, il suo utilizzo vero non è come sala parto ma per isolare i pesci. Isolamento pesci per farli, ad esempio, riprendere da un qualche stress.

Questa sala parto sotto collegata ad un’areatore, aspira gli avannotti e li porta nello scomparto di destra. Si utilizza all’interno della stessa vasca dove si allevano i genitori.

Qui sotto stesso funzionamento della precedente sala parto, solo che lo scoparto per la raccolta avannotti è sotto e può essere utilizzata come un filtro a zainetto, cioè ancorata esternamente alla vasca principale.

Ovviamente è sconsigliabile utilizzare una sala parto, ai pesci non servono sale parto, serve un ambiente idoneo cioè un acquario con molte piante al massimo una nursey cioè una vasca specificatamente allestita per il parto con molte piante e litraggio adeguato.

Le sale parto stimolano il parto prematuro; stressano il pesce che deve partorire che probabilmente, se potesse scegliere, non partorirebbe in una sala parto; con alcune sale parto l’avannotto non ha possibilità di prendere sufficiente ossigeno, quando un avannotto nasce, e nasce in carenza di ossigeno, di solito (fin da subito o dopo pochi minuti) va nello strato di acqua dove c’è maggiore concentrazione di ossigeno, nella sala parto non ha questa possibilità; inoltre non ha la possibilità di imparare a difendersi dai pericoli o da altri pesci più grandi di lui (ad esempio la madre stessa), la sala parto favorisce la sopravvivenza anche degli avannotti che per le loro caratteristiche non dovrebbero sopravvivere perchè con difetti fisici (e certe volte mentali). Spesso ci si lamenta che tra i nostri guppy crescono esemplari storti, rachitici, che crescono malformi, o crescono troppo lentamente o in ritardo o non sviluppano mai ..molti si inventano l’impoverimento genetico.. è quasi impossibile avere un impoverimento genetico in prima o seconda generazione con guppy comprati in negozio che spesso non sono neanche della stessa razza.. 😑😑 🤨 😏

Dietro certe sale parto c’è un impegno costruttivo incredibile alcune ossigenano per bene l’acqua ma propongono comunque uno sviluppo molto artificiale che ha i suoi pro e contro sopra descritti. Personalmente ne sconsiglio l’uso ma se proprio non se ne può fare a meno, prendete quella più confortevole possibile.

L’intero articolo è stato scritto e rielaborato per il sito AqaZero.it da Corrado, foto dei legittimi proprietari; è vietata la riproduzione senza citare la fonte.